LE ANNATE

a

ANNATA 2015

In attesa uscita vini rossi

a

ANNATA 2014

L’annata 2014 rimarrà nella memoria come una delle più singolari in Toscana, caratterizzata da un inverno mite e piovoso che ha favorito un germogliamento precoce. Una primavera mite e asciutta ha permesso una fioritura regolare. L’estate è stata invece denominata da piogge abbondanti e giornate particolarmente nuvolose che non hanno favorito la maturazione delle uve, per questo abbiamo scelto come nel 2010 di vinificare solamente il nostro Vermentino Colli e mare.

a

ANNATA 2013

Il fresco inverno 2012 è stato seguito da un mite e piovoso inverno 2013, che ha provocato un ritardo di circa 15 giorni nello sviluppo delle piante che caratterizzerà tutta l’annata. Una primavera fresca è stata seguita da una estate calda e assolata, che ha permesso un’ottima crescita dei grappoli. Il ritardo iniziale si è rivelato benefico perché ad Agosto sono state raggiunte temperature intorno ai 35 gradi. La parte terminale della maturazione si è avuta a settembre, mese molto fresco e assolato. I vini sono freschi con aromi molto delicati, profondi con colori vivi.

a

ANNATA 2012

La 2012 è stata caratterizzata da momenti freddi e piovose a giornate torride. L’inverno è stato freddo e secco a cui è seguito un Maggio piovoso. L’estate è stata calda e assolata, favorendo una regolare maturazione degli acini. Un settembre fresco ci ha donato mosti di uno splendido colore rubino brillante, freschi nei profumi con un’ottima struttura.

a

ANNATA 2011

Dopo un 2010 piovoso, abbiamo avuto un 2011 caldo e asciutto che fatto registrare un anticipo vegetativo di circa una settimana. Fortunatamente la primavera e l’estate hanno avuto un decorso regolare con poche piogge a ridosso della parte finale di Agosto. Settembre è stato soleggiato con condizioni ideali per la vendemmia.

a

ANNATA 2010

L’annata 2010 rimarrà nella storia come una delle annate più piovose degli ultimi anni. L’andamento climatico registrato in Versilia ci ha portato a decidere di non produrre Vis Vitae ma solo Colli e Mare.

a

ANNATA 2009

La stagione 2009 è stata caratterizzata da un inverno ed un inizio di primavera freschi e piovosi, con un germogliamento nella norma. Dopo un mese di Maggio asciutto, Giugno è stato di nuovo piovoso senza però impattare in modo negativo sullo sviluppo vegetativo e la fioritura. L’estate è stata calda e quasi priva di precipitazioni con temperature spesso superiori a 35°C e poca escursione termica tra giorno e notte. I vini sono potenti e strutturati.

a

ANNATA 2008

Il 2008 è iniziato con un inverno caldo che ha provocato un germogliamento anticipato. La primavera è stata piovosa, favorendo un rallentamento nella crescita delle piante. L’estate è stata calda con poche piogge, un settembre fresco ha caratterizzato la parte finale della maturazione dei grappoli, apportando freschezza aromatica e finezza.

a

ANNATA 2007

Un inverno mite ha contraddistinto la stagione 2007 a cui è seguita una primavera con poche piogge. Un giungo piovoso è stato seguito da un’estate soleggiata e mite. Un settembre fresco ha consentito una perfetta maturazione, donandoci vini freschi e longevi.

a

ANNATA 2006

Il 2006 è stato caratterizzato da un inverno freddo e piovoso e da una calda primavera, con una fioritura in leggero ritardo. Un’estate siccitosa ma non torrida ha favorito una buona crescita dei grappoli, a cui ha fatto seguito un ottimo settembre che ha garantito una uva sana e ricca di aromi.

a

ANNATA 2005

L’annata 2005 è figlia di un inverno mite che ha provocato un germogliamento precoce a cui è seguito un Aprile assolato che ha provocato un leggero anticipo anche per la fioritura. Le piante, dopo un Maggio fresco e piovoso, si sono presentate all’inizio dell’estate con un grande vigore e in perfetto equilibrio. Un luglio e un Agosto soleggiati e con temperature nella norma, hanno favorito un ottimo sviluppo del grappolo, donandoci viti equilibrate e strutturate.

a

ANNATA 2004

Dopo 2 annate molto difficili, finalmente il 2004! Un’ottima annata con un clima favorevole che ha contraddistinto tutte le stagioni. Un inverno fresco e piovoso, una primavera soleggiata con piccoli temporali hanno favorito un lento risveglio delle piante con un fioritura in linea. L’estate è stata particolarmente mite con un Agosto che ci ha regalato temperature moderate, favorendo la maturazione delle componenti polifenoliche degli acini. I vini ottenuti sono freschi, ricchi, profondi e complessi con ottima struttura e un grande bouquet.

a

ANNATA 2003

L’annata 2003 è stata diametralmente opposta alla 2002: un caldo torrido con poche piogge. L’autunno 2002 e l’inverno 2003 hanno registrato abbondanti piogge che hanno permesso di costituire importanti riserve idriche, fondamentali per la stagione che si stava preparando. Un inverno freddo ha causato un leggero ritardo nel germogliamento e nella fioritura, mentre la allegagione è avvenuta leggermente in anticipo a causa di un maggio caldo e poco piovoso. L’assenza di piogge (solo 70 mm fra maggio e settembre) e le temperature particolarmente elevate con picchi di 35° gradi ad Agosto ci hanno donato vini molto strutturati con note di confettura e frutta matura.

a

ANNATA 2002

Il millesimo 2002 si può dividere in due fasi: Gennaio – Agosto e Agosto – Ottobre. Un inverno freddo ha lasciato spazio a un primavera dominata da elevate escursioni termiche che hanno causato una lunga fioritura. Un inizio d’estate tiepido ha favorito una buona allegagione. Da inizio Agosto, si sono susseguite piogge abbondanti che hanno posticipato il periodo della vendemmia, donandoci vini molto freschi e fruttati.

a

ANNATA 2015

In attesa uscita vini rossi

a

ANNATA 2014

L’annata 2014 rimarrà nella memoria come una delle più singolari in Toscana, caratterizzata da un inverno mite e piovoso che ha favorito un germogliamento precoce. Una primavera mite e asciutta ha permesso una fioritura regolare. L’estate è stata invece denominata da piogge abbondanti e giornate particolarmente nuvolose che non hanno favorito la maturazione delle uve, per questo abbiamo scelto come nel 2010 di vinificare solamente il nostro Vermentino Colli e mare.

a

ANNATA 2013

Il fresco inverno 2012 è stato seguito da un mite e piovoso inverno 2013, che ha provocato un ritardo di circa 15 giorni nello sviluppo delle piante che caratterizzerà tutta l’annata. Una primavera fresca è stata seguita da una estate calda e assolata, che ha permesso un’ottima crescita dei grappoli. Il ritardo iniziale si è rivelato benefico perché ad Agosto sono state raggiunte temperature intorno ai 35 gradi. La parte terminale della maturazione si è avuta a settembre, mese molto fresco e assolato. I vini sono freschi con aromi molto delicati, profondi con colori vivi.

a

ANNATA 2012

La 2012 è stata caratterizzata da momenti freddi e piovose a giornate torride. L’inverno è stato freddo e secco a cui è seguito un Maggio piovoso. L’estate è stata calda e assolata, favorendo una regolare maturazione degli acini. Un settembre fresco ci ha donato mosti di uno splendido colore rubino brillante, freschi nei profumi con un’ottima struttura.

a

ANNATA 2011

Dopo un 2010 piovoso, abbiamo avuto un 2011 caldo e asciutto che fatto registrare un anticipo vegetativo di circa una settimana. Fortunatamente la primavera e l’estate hanno avuto un decorso regolare con poche piogge a ridosso della parte finale di Agosto. Settembre è stato soleggiato con condizioni ideali per la vendemmia.

a

ANNATA 2010

L’annata 2010 rimarrà nella storia come una delle annate più piovose degli ultimi anni. L’andamento climatico registrato in Versilia ci ha portato a decidere di non produrre Vis Vitae ma solo Colli e Mare.

a

ANNATA 2009

La stagione 2009 è stata caratterizzata da un inverno ed un inizio di primavera freschi e piovosi, con un germogliamento nella norma. Dopo un mese di Maggio asciutto, Giugno è stato di nuovo piovoso senza però impattare in modo negativo sullo sviluppo vegetativo e la fioritura. L’estate è stata calda e quasi priva di precipitazioni con temperature spesso superiori a 35°C e poca escursione termica tra giorno e notte. I vini sono potenti e strutturati.

a

ANNATA 2008

Il 2008 è iniziato con un inverno caldo che ha provocato un germogliamento anticipato. La primavera è stato piovosa, favorendo un rallentamento nella crescita delle piante. L’estate è stata calda con poche piogge, un settembre fresco ha caratterizzato la parte finale della maturazione dei grappoli, apportando freschezza aromatica e finezza.

a

ANNATA 2007

Un inverno mite ha contraddistinto la stagione 2007 a cui è seguita una primavera con poche piogge. Un giungo piovoso è stato seguito da un’estate soleggiata e mite. Un settembre fresco ha consentito una perfetta maturazione, donandoci vini freschi e longevi.

a

ANNATA 2006

Il 2006 è stato caratterizzato da un inverno freddo e piovoso e da una calda primavera, con una fioritura in leggero ritardo. Un estate siccitosa ma non torrida ha favorito una buona crescita dei grappoli, a cui ha fatto seguito un ottimo settembre che ha garantito una uva sana e ricca di aromi.

a

ANNATA 2005

L’annata 2005 è figlia di un inverno mite che ha provocato un germogliamento precoce a cui è seguita un Aprile assolato che ha provocato un leggero anticipo anche per la fioritura. Le piante, dopo un Maggio fresco e piovoso, si sono presentate all’inizio dell’estate con un grande vigore e in perfetto equilibrio. Un luglio e un Agosto soleggiati e con temperature nella norma hanno favorito un ottimo sviluppo del grappolo, donandoci viti equilibrati e strutturati.

a

ANNATA 2004

Dopo 2 annate molto difficili, finalmente il 2004! Un’ottima annata con un clima favorevole che ha contraddistinto tutte le stagioni. Un inverno fresco e piovoso, un primavera soleggiata con piccoli temporali hanno favorito un lento risveglio delle piante con un fioritura in linea. L’estate è stata particolarmente mite con un Agosto che ci ha regolato temperature moderate, che hanno favorito la maturazione delle componenti polifenoliche degli acini. I vini ottenuti sono freschi, ricchi, profondi e complessi con ottima struttura e un grande bouquet.

a

ANNATA 2003

L’annata 2003 è stata diametralmente opposta alla 2002: un caldo torrido con poche piogge. L’autunno 2002 e l’inverno 2003 hanno registrato abbondanti piogge che hanno permesso di costituire importanti riserve idriche, fondamentali per la stagione che si stava preparando. Un inverno freddo ha causato un leggero ritardo nel germogliamento e nella fioritura, mentre la allegagione è avvenuta leggermente in anticipo a causa di un maggio caldo e poco piovoso. L’assenza di piogge (solo 70 mm fra maggio e settembre) e le temperature particolarmente elevate con picchi di 35° gradi ad Agosto ci hanno donato vini molto strutturati con note di confettura e frutta matura.

a

ANNATA 2002

Il millesimo 2002 si può dividere in due fasi: Gennaio – Agosto e Agosto – Ottobre. Un inverno freddo ha lasciato spazio a un primavera dominata da elevate escursioni termiche che hanno causato una lunga fioritura. Un inizio estate tiepido ha favorito una buona allegagione. Da inizio Agosto, si sono susseguite piogge abbondanti che hanno posticipato il periodo della vendemmia, donandoci vini molto freschi e fruttati.